NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
1234

Attività 

sample image Proiezioni in lingua originale di filmati. Corsi di recupero gratuiti pomeridiani di Matematica, Fisica, Latino e Greco.

Sicurezza 

sample image Un ambiente sicuro e protetto in cui crescere e studiare in serenità.

Esperienza 

sample image Nel dirigere e gestire un Istituto paritario

Area Riservata | Accesso 

Antonio Starabba marchese di Rudinì (Palermo, 6 aprile 1839 – Roma, 6 agosto 1908) è stato un politico e prefetto italiano. Fu più volte ministro e fu presidente del Consiglio dei ministri italiano nei periodi: 6 febbraio 1891 - 15 maggio 1892 e 10 marzo 1896 - 29 giugno 1898.

Fonte Wikipedia

Corpo docente

I docenti mettono in evidenza che la libertà di insegnamento si esercita anche nel diritto-dovere di individuare dei percorsi specifici all’interno dei programmi ministeriali e dei libri di testo. La scelta deve principalmente rispondere a due caratteristiche: l’ampia articolazione e la flessibilità.
Dovranno quindi essere privilegiati i contenuti adatti a realizzare gli obiettivi prefissati e a fornire elementi indispensabili alla comprensione della realtà, della formazione e dello sviluppo delle forme di organizzazione della vita associata, nei loro risvolti politici ed economico-produttivi, nonché delle istituzioni giuridico-amministrative, con continui riferimenti al variare dei modi di vita, al succedersi delle espressioni linguistiche ed artistico-letterarie ed alle tappe del processo tecnico-scientifico. Occorre tener presente che i contenuti proposti, pur restando in linea con le direttive ministeriali, potranno essere suscettibili di variazioni, relativamente alla verifica dei requisiti degli allievi ed alle richieste rispondenti agli interessi degli stessi.
Si cercherà di raggiungere gli obiettivi attraverso uno studio non mnemonico o nozionistico, ma indirizzato e finalizzato allo sviluppo completo ed armonico delle personalità dei discenti, promuovendo, ove possibile, l’interdisciplinarietà delle proposte culturali, per fare in modo che gli allievi acquisiscano chiari schemi concettuali. Gli argomenti verranno proposti agli alunni non solo tramite lezioni frontali, ma anche con l’ausilio di lezioni a due vie e gruppi di lavoro equieterogenei.
Saranno utilizzati i libri di testo in adozione, oltre ad estratti da altri testi, da ricercare in relazione ad attività di gruppo ed individuali svolte dagli allievi. Ci si avvarrà pure dell’utilizzo di videocassette e di strumenti multimediali utili per stimolare l’attenzione e la curiosità dei discenti, anche di quelli meno volenterosi, ed inoltre di visite guidate ai musei, viaggi di istruzione, partecipazioni a manifestazioni artistiche, culturali e sportive.